Consulenza per enti pubblici e privati

Solo una buona organizzazione interna può favorire benessere, salute e produttività.

Consulenza è detta propriamente la prestazione professionale di un consulente, una persona che, avendo accertata esperienza e pratica in una materia, consiglia e assiste il proprio cliente nello svolgimento di atti, fornisce informazioni e pareri. Compito del consulente è quindi, una volta acquisiti gli elementi che il cliente possiede già, di aggiungervi quei fattori della sua competenza, conoscenza e professionalità che possono promuoverne sviluppi nel senso desiderato; in tale contesto è sostanziale il rapporto di fiducia tra il committente e chi fornisce consulenza. (Fonte: Wikipedia).

Il consulente è un professionista che in un sistema lavorativo può stimolare l’acquisizione di determinate competenze, facendo una analisi del clima interno e individuando delle strategie di miglioramento. La Valutazione del Rischio Psicosociale in quest’ottica non è solo un ottemperare agli obblighi di legge, ma soprattutto un’opportunità di miglioramento e di crescita dell’organizzazione.
La valutazione, che coinvolge tutti i lavoratori e le lavoratrici di un’organizzazione sia essa pubblica, o privata, può e deve diventare un momento di compartecipazione al miglioramento del proprio ambiente lavorativo, dal punto di vista:

  • delle relazioni
  • dei processi di lavoro
  • di percezione dell’utilità e del senso del proprio tempo lavorativo

Questi aspetti contribuiscono in modo rilevante a costruire la motivazione al lavoro di ogni singolo dipendente, qualunque sia il suo ruolo funzionale all’interno dell’organizzazione.

Un alto livello di motivazione riduce sensibilmente i costi economici e psicologici legati al controllo.

Social networks

Have a question?

[contact-form-7 404 "Non trovato"]